Scuola materna cardano al campo

Questa voce o sezione sull’argomento centri abitati della Lombardia non cita le fonti necessarie o quelle scuola materna cardano al campo sono insufficienti. Questa voce o sezione sull’argomento Lombardia non è ancora formattata secondo gli standard. 768 abitanti della provincia di Varese in Lombardia. L’origine del nome Tradate ha un principio incerto.

Antonio Olivieri, invece, la denominazione Tradate è legata al nome germanico “Teuderad” che si trasformò poi in “Tederate”, appellativo ritrovato nel Codex Longobardorum. XII e XIII secolo che, nel Liber Notitiae Sanctorum Mediolani, riportano anche il nome Tradate. Il giorno 28 gennaio 1958 con decreto presidenziale al comune di Tradate venne concesso il titolo di città. Su sfondo azzurro nella parte superiore, si staccano due viti che sono simbolo del precedente stemma abbiatese. Al centro, le due lettere “J” e “T” indicano le iniziali di un famoso scultore del quindicesimo secolo, Jacopino da Tradate. Le zone rimanenti sono rimando al vecchio stemma di Tradate.

Chiesa Prepositurale di Santo Stefano, la maggiore chiesa cittadina, la quale è affiancata da un alto campanile. L’interno custodisce alcune opere d’arte, tra cui un Battesimo di Cristo nel Giordano posto nel battistero e una Madonna col Bambino tra due Santi, posta nel transetto. Chiesa di Santa Maria in Castello, costruita dai Pusterla nel Trecento e fu rimaneggiata nell’Ottocento. Chiesa dei Santi Nazzaro e Celso, piccolo edificio di antica fondazione, posto ai margini della frazione di Abbiate Guazzone. Chiesa di San Bernardo, di incerta fondazione, si trova al confine tra Tradate e Lonate Ceppino. Al suo interno si trova un affresco risalente al 1522 raffigurante il santo cui la chiesa è intitolata. Parco di villa Inzoli: una grande area verde da 16 mila metri quadri messa a disposizione della città inaugurata il 22 aprile 2012, è presente inoltre una piccola fattoria didattica organizzata da un’associazione che promuove numerose iniziative durante tutto l’anno.

Santuario del Santissimo Crocifisso, importante edificio di culto, presenta all’interno un pregevole pulpito ligneo ed un altrettanto interessante organo, oltre che una tela attribuita al Morazzone. Villa Sopranzi, poi divenuta Castello Stroppa, attualmente ospita l’Istituto dei Pavoniani. Provincia di Varese e di Como. Il suo territorio tocca 15 comuni. NB: i dati riportati in tabella antecedenti al 1930 si basano su una virtuale addizione con quelli di Abbiate Guazzone, e sono quindi una semplice rielaborazione a posteriori non riflettente la realtà originale. La città di Tradate offre un sistema scolastico statale e non statale completo, dalle scuole dell’infanzia sino all’istruzione secondaria di secondo grado dal liceo, all’istituto tecnico e professionale.

Per questo motivo Tradate è il polo scolastico di riferimento per i paesi dell’area Tradatese. Scuola Statale “Galileo Galilei” e la Scuola paritaria “Paolo VI” dell’Istituto Pavoni. 4 Scuole secondarie di secondo grado. La Biblioteca Comunale rappresenta uno dei principali strumenti di promozione culturale del territorio cittadino.

Museo “Fisogni”,che raccoglie la collezione più completa al mondo delle pompe di benzina e degli oggetti da collezione delle stazioni di rifornimento. Lo stesso argomento in dettaglio: Arcidiocesi di Milano. Tradate è composta da tre parrocchie che formano la comunità pastorale del “S. Tradate, Santi Pietro e Paolo in Abbiate Guazzone e S.

Un dolce tipico tradatese sono i Capricci, piccole meringhe simili ai Brutti e Buoni gaviratesi. Galilei e dal 2015 è gestito dalla Pro Loco Tradate-Abbiate. Si svolge nel mese di maggio presso il Piccolo Teatro di Abbiate e al Castello Pusterla Melzi. Tradate è stata sede per alcuni anni del Tradate Iron Fest, un importante festival internazionale del genere Metal. Mozzate con la città di Tradate. Dato Istat – Popolazione residente al 28 febbraio 2017.